A merenda con l'autore

A MERENDA CON L’AUTORE – PIEVE DI CENTO, SABATO 6 MAGGIO ORE 15.30
(consigliata la prenotazione)

1. CHI TROVA UNA STORIA TROVA UN TESORO
Laboratorio di narrazione a cura della scrittrice FRANCESCA BOSSINI (con Filippo Stecconi, graphic designer).
Lilla è quel tipo di bambina che esclama “Per tutte le balene imbizzarrite!” e scruta l’orizzonte dalla chioma degli alberi in cerca del tesoro che la porterà lontano. Ma si sa che il posto giusto dove si nascondono i forzieri è la spiaggia: così l’intraprendente protagonista batte palmo a palmo i peggiori bagnasciuga della città alla ricerca del suo tesoro.
Chi trova un tesoro trova un pirata è un’originale storia di visionaria caparbietà, un inno al perseguimento dei propri obiettivi, costi quel che costi: persino passare giorni interi a rovistare tra mozziconi e rifiuti di una spiaggia inquinata, “Che mi mastichi uno squalo!”.
Chi trova un tesoro trova un pirata è la storia di Lilla e del suo sogno che diventa realtà.
Ma quante storie ci sono, in giro per il mondo?
E sono tutte diverse tra loro: possono essere buffe, tristi, vere o inventate. Possono essere scritte, scritte e disegnate, solo disegnate. Solo pensate, oppure stampate e rilegate in un libro. Raccontate a voce, viste al cinema o alla TV, “giocate” su un tablet o in un videogame, dipinte su un muro.
Non importa che forma hanno, di cosa parlano o come sono narrate: l’unica cosa certa è che ognuno ha il diritto a inventarsi la propria storia, e a raccontarla come più gli piace.
Chi trova una storia trova un tesoro è un laboratorio di narrazione in cui i bambini – insieme all'autrice e a un graphic designer – immaginano, scrivono e illustrano il loro libro collettivo, sperimentando in prima persona le fasi di ideazione e le competenze creative che contribuiscono alla nascita di un prodotto editoriale.
Destinatari: classi di scuola primaria, 8-10 anni.
Durata: tre ore.

2. LABORATORIO CON LORENZO NAIA AUTORE DEL LIBRO "FIABE IN ROSSO" 

Obiettivo è stimolare i bambini a rimaneggiare le fiabe della tradizione, inventando un finale più personale e sottolineando quanto sia importante poter scegliere e autodeterminarsi, senza che qualcun altro lo faccia al posto nostro. I passaggi di questa attività vanno a toccare tutti i punti fondamentali su cui è stato costruito il libro: la natura di tradizione orale delle fiabe (e quindi la possibilità di rimaneggiarle), il collage per le illustrazioni, la possibilità di lavorare sul cambiamento del finale mantenendo però i ruoli e gli archetipi tipici delle fiabe.
L’autore sceglierà una storia e ne leggerà una parte, interrompendosi a un punto di svolta; da lì in poi ogni bambino costruirà insieme all’autore dei segnalibro-marionette utilizzando carte e materiale vario per decorarle col collage . Le sagome dei personaggi sono "anonime" e ognuno le personalizzerà; inoltre, sono rette da uno stecchino di legno tipo quello del ghiacciolo, così serviranno sia come segnalibro, sia come personaggi per inscenare il finale che vorranno per la fiaba. Al termine, infatti, ci si rimette in cerchio esattamente come all'inizio e questa volta ogni bambino – o chi lo vorrà - potrà raccontare agli altri cosa sogna per i personaggi scelti , quindi il suo finale della storia.
Rivolto a bambine e bambini dai 5/7 anni. Durata: 1ora e mezza.

  • Per iscriversi ai laboratori con gli autori sarà necessario inviare la propria adesione indicando età e nome del bambino e bambina all’indirizzo e-mail:
    festival@usciredalguscio.it
    www.usciredalguscio.it

Il Leone Timidone

Storia scritta e illustrata dai bambini partecipanti al laboratorio