Bibliografie tematiche: "violenza assistita - violenza domestica" e "stereotipi"

La violenza assistita è stata definita dal Cismai (Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso dell'Infanzia) come “il fare esperienza da parte del/la bambino/a di qualsiasi forma di maltrattamento, compiuto attraverso atti di violenza fisica, verbale, psicologica, sessuale ed economica, su figure di riferimento o su altre figure affettivamente significative adulti e minori”.

Quello della violenza assistita è' un tema al quale Uscire dal Guscio presta molta attenzione (potete leggere qui la descrizione della conferenza proposta nell'edizione precedente, con informazioni e link di approfondimento: http://www.usciredalguscio.it/442745795)

Abbiamo quindi pensato di compilare e proporvi una bibliografia specifica sul tema, operazione per la quale ci ha aiutato Livia Rocchi.

MatildaEditrice ci ha invece inviato una bibliografia dei suoi titoli divisi per tema, e pensiamo possa essere utile per chi vuole approfondire un po' tutti i temi cari al nostro Festival .

Le due bibliografie non comprendono i titoli già stati selezionati nelle varie edizioni del Festival e rintraccianbili tra le pagine del sito.

  • A cura di Livia Rocchi

    *** Dai 3/4 anni ***

    Piccolo orso scopre l’aurora - di Svjetlan Junakovic, Paola Giordo ed Emanuela Nava, (Carthusia, 2015).

    Una storia di animali per parlare a bambini e bambine dai tre anni, attraverso la metafora, della violenza in famiglia, nell’ottica di usare la favola come strumento psicoeducativo finalizzato all’ascolto e alla cura dei bambini vittime di violenza assistita.

    *** Dagli 11/12 anni ***

    Zucchero filato - di Derk Visser (Camelozampa, 2018)

    Ezra era sicuro: al ritorno del papà dalla guerra tutto sarebbe stato fantastico, avrebbero comprato una casa più grande, col giardino. Ma il papà è tornato portando con sé la guerra, che ora è dentro la sua testa. Niente è più semplice, a casa, tanto che la mamma e le due bambine dovranno rifugiarsi in una struttura. Il papà però, chiederà aiuto a un centro per veterani che lo aiuterà a guarire dai traumi che ha riportato a casa dalla guerra e a tornare a essere il bravo papà che era prima. Vincitore del premio Vlag en Wimpel 2016

    Il libro di tutte le cose - di Guus Kuijer (Salani, 2010)

    Il libro ha ricevuto il Premio Andersen nel 2010 con la seguente motivazione: “Per la vena ironica e surreale ma anche per l’intensa e sentita drammaticità di un piccolo ma altissimo romanzo. Per aver raccontato la storia di una presa di coscienza che passa attraverso i libri e ad essi affida il primato di diventare strumento di liberazione ed emancipazione”. Thomas ha un padre severo e violento, che crede in un Dio altrettanto rigido. Thomas ha un segreto: vede cose che nessun altro vede. Thomas ha un sogno: 'diventare felice'. E come gli dice una vicina di casa un po' strega, un buon inizio è smettere di avere paura.

    *** Dai 15/16 anni ***

    La casa dei cani fantasma - di Allan Stratton (Mondadori 2015)

    Un’avvincente storia tra noie e mistery: Cameron Weaver, il giovane e coraggioso protagonista, affronta dubbi, paure e difficoltà tipiche di adolescenti in bilico tra le emozioni dell’infanzia e le responsabilità dell’età adulta. Un padre difficile e la separazione da sua madre non rendono certo più sopportabili i continui cambiamenti a cui è costretto. Una storia sospeso tra sogni e realtà: come si legge in copertina fino all’ultima pagina non si saprà cosa è vero e cosa è inventato. Un riflettore acceso su tematiche quanto mai attuali e difficili: troppo spesso adolescenti inquieti si trovano a dover fare i conti con situazioni dure, che spesso si nascondono proprio all’interno della famiglia che dovrebbe proteggerli.

    Onora il padre - di Eliza Wass (Castoro, 2016)

    Sei fratelli costretti all’ubbidienza dal fanatismo religioso del padre. Una storia di sottomissione e di ribellione, di privazione e di libertà, di terrore e di voglia di vivere. Il loro mondo è in una casa in fondo a un bosco, la loro legge è quella di Dio, che parla per bocca del padre, un vero fanatico. Ma Castley ha ora sedici anni e il suo cuore comincia a battere per un compagno di scuola, George, così spiazzante nella sua normalità. D’improvviso vede davanti a sé la possibilità di una vita fatta di libertà e di scelte. I vestiti antiquati a cui Castley e i fratelli sono costretti, l’isolamento dei compagni che li considerano strani, possono essere superati. Mortimer bacia una compagna, persino l’irreprensibile Caspar disubbidisce per la prima volta. A poco a poco la ribellione comincia e i fratelli capiscono che se vogliono avere un futuro devono trovare il coraggio di sottrarsi alle leggi del padre.

    *** Dalla fascia “giovani adulti” in su ***

    La donna che sbatteva nelle porte - Roddy Doyle (Guanda, 2005)

    Paula Spencer, una giovane donna irlandese, è la voce narrante e la protagonista di questo drammatico e intenso romanzo. Non è stato facile, per lei, crescere e diventare donna in una Dublino popolata da un'umanità cordiale ma anche turbolenta e rissosa. Poi, improvviso, l'eccitante incontro con Charles. All'inizio è l'amore, l'aspettativa romantica; ma a poco a poco s'innesca una spirale di violenza che arriverà sino alla brutalità e porterà Paula a conoscere l'odio cui può giungere un uomo e la disperata volontà di rivalsa cui può giungere una donna.
    Il libro ha anche un seguito: Paula Spencer di Roddy Doyle (Guanda 2009)

  • A cura di Matilda Editrice

    *** Da 3 a 6 anni ***

    Turchina la strega (stereotipi di genere)

    Zumik (bullismo e amicizia)

    *** Da 6 a 10 anni ***

    Una strada per Rita (visibilità delle donne attraverso la toponomastica)

    La grammatica la fa... la differenza (linguaggio che nomina il femminile, al libro è allegato un opuscolo per il pubblico adulto)

    Mamma Natale (racconto natalizio sugli stereotipi di genere)

    Il bacio della principessa (liberare i sogni e i desideri, soprattutto delle bambine)

    Che forza la danza (STEM e stereotipi; come la fisica influenza la danza)

    L’elefante sulla luna (la forza di perguire le proprie convinzioni)

    Se dico no è no (autodeterminazione delle bambine)

    *** Da 10 a 14 anni ***

    Corse di tram (stereotipi e ruoli di genere)

    Top secret (ruoli di genere e contrasto all’omofobia)

    Io non lo odio (violenza psicologica e stalking)

    *** Dai 14 anni in su, anche per pubblico adulto ***

    Stereotipi e arzigogoli (saggistica divulgativa: come lavorano gli stereotipi)

    Sguardi differenti (saggistica su sessismo, bufala del gender, comunicazione sulla violenza, parole tosssiche, linguaggio, alienazione genitoriale...)

    Non solo libri Gioca le tue carte (kit di giochi per contrastare violenza contro le donne, razzismo, bullismo, omofobia, discriminazioni, linguaggio d’odio, sessualità non consapevole)

    Disamorex (una “medicina” per fornire consapevolezza sulle varie forme di violenza contro le donne)