La bambina che aveva parole

di Maria Grazia Anatra, con le illustrazioni di Sonia Maria Luce Possentini
ed. Matildaeditrice

Questo libro è stato pubblicato anche grazie al supporto di
Festival Uscire dal Guscio
nel corso della IV edizione.
Una copia del libro è stata donata a tutte le biblioteche
e alle scuole Primarie dell'Unione Reno Galliera.
vedi la presentazione a questo link

Nina, una bambina che, si intuisce, è vittima di violenza assistita, lascia la sua famiglia, trasferendosi dalla zia, in attesa di frequentare una nuova scuola.
Grande osservatrice degli elementi più suggestivi che scorge curiosa dalla sua finestra, e che le permettono di isolarsi dal suo vissuto problematico, a scuola si sente disorientata, tra gli sguardi di chi la vede una bambina diversa. Poi l'amicizia speciale con Elena, un'atmosfera serena, inclusiva che l'insegnante e l'assistente sociale sanno costruire intorno a lei, le consentiranno di salvarsi, di esprimere pienamente il suo talento espressivo e a far sì che gli altri la riconoscano nella propria singolarità.
Nina, diventata grande, torna con sua figlia a rivedere la giostra della sua infanzia, ad ascoltarne la musica e a ricordare le difficoltà superate.
Ma ora è felice.

(Fonte: casa editrice Matildaeditrice)